Eventi previsti il: 19/09/2019

  • Alla scoperta del Vulture - Visite a produttori
    Dal 18-09-2019 al 22-09-2019
    Luogo: Basilicata
    <div>A grande richiesta proponiamo un appuntamento autunnale con una gita di cinque giorni nel mese di settembre&nbsp;</div> <div>Questa volta andremo alla scoperta di un territorio poco conosciuto, la zona del <strong>Vulture</strong>, situata nel&nbsp; nord della Basilicata ai confini della Puglia e della Campania e dominata dal profilo del massiccio del Monte Vulture (1326 m). Questo territorio conserva un importante patrimonio ambientale per la presenza di boschi, sorgenti ed acque minerali, torrenti e aree da pascolo.</div> <div>La natura lavica del suolo e del sottosuolo, oltre a renderlo particolarmente fertile, permette anche la coltivazione della vite e dell'olivo. Il vino DOC per eccellenza della zona &egrave; l'<strong>Aglianico del Vulture</strong>, che in questo territorio acquisisce una corposit&agrave; e delle caratteristiche organolettiche tutte particolari, distinte dagli altri tipi di Aglianico.&nbsp;</div> <div>Noi andremo a conoscere una realt&agrave; enologica molto interessante e innovativa che &egrave; rappresentata da&nbsp;</div> <div><strong>&ldquo;Generazione Vulture&rdquo;</strong>: si tratta di un gruppo di otto giovani produttori amici, accomunati dall&rsquo;amore per la propria terra e per il proprio lavoro. Raccontare l&rsquo;Aglianico del Vulture fuori dai confini regionali in modo non tradizionale, ma dinamico e vulcanico &egrave; il loro obiettivo, abbandonando un tipo di comunicazione ormai datata, oltre che a stimolare e rispondere alle esigenze dell&rsquo;incoming nel loro territorio.&nbsp;</div> <div>Inoltre, nel Vulture ci sono varie cittadine, come <strong>Melfi</strong> e <strong>Venosa</strong>, che conservano un patrimonio artistico importante, come testimonianza di un passato ricco di storia, a seguito delle varie dominazioni, dall&rsquo;Impero Romano, al regno Normanno e Svevo (Federico II aveva stabilito qui la sua residenza estiva) e sino all&rsquo;epoca dell&rsquo;Unit&agrave; d&rsquo;Italia, con un ruolo importante nel brigantaggio, solo per citare qualche riferimento.</div> <div>Oltre alle visite delle otto cantine che costituiscono il gruppo Generazione Vulture ed alcuni altri <strong>produttori della zona</strong> (<strong>formaggi</strong>, <strong>miele</strong> ed <strong>olio</strong>), ogni giorno andremo anche alla scoperta di questo territorio con delle <strong>visite guidate</strong> nei luoghi di maggiore interesse.</div> <div>&nbsp;</div> <div>Qui di seguito, vi inviamo un programma di massima, perch&eacute; abbiate il tempo di organizzare i vostri impegni. Alcune visite sono ancora in corso di definizione ed anche gli orari dei vari spostamenti giornalieri potranno subire qualche modifica. I ristoranti si sono riservati di predisporre un men&ugrave; appositamente studiato per il gruppo in base alla stagionalit&agrave;. Appena possibile vi faremo pervenire tutti i dettagli.&nbsp;</div> <div><br /> <div>Le prenotazioni verranno accettate in ordine cronologico con invio di mail a slowfoodbassaromagna@gmail.com</div> <div>Le prenotazioni si riterranno confermate solo ad avvenuto versamento di un acconto di euro 200,00 a persona tramite bonifico a favore di:</div> <div>Slow Food Godo Bassa Romagna - Banca Popolare dell&rsquo;Emilia Romagna &ndash; sede di Ravenna <br />IBAN: IT18E0538713120000000158767 - causale: Vulture 2019</div> <div>Il termine delle iscrizioni &egrave; fissato al raggiungimento del <strong>numero massimo di 32 partecipanti</strong> e, comunque, <strong>entro e non oltre il 10 luglio 2019</strong>.</div> </div>
    Dettaglio

Clicca qui per leggere la nostra informativa privacy

Informativa Privacy   |   Cookie Policy   |   Web design: Excogita